Menu

Cart

Content

Breadcrumb

Fettuccine al tartufo In evidenza

Un modo per apprezzare al meglio un buon tartufo è preparare un profumato piatto di fettuccine al tartufo.

Le fettuccine al tartufo, infatti, si preparano con pochi e semplici ingredienti, proprio per esaltare il solo sapore del tartufo, in modo da non intaccarne la purezza.

Il tartufo è un fungo che cresce sottoterra, molto raro e difficile da trovare; infatti per la sua ricerca vengono impiegati cani addestrati appositamente.
Esistono molte varietà di tartufo, quello più comune in Italia è il tartufo nero, mentre quello bianco d’Alba è il più pregiato e costoso.

E' importante saper distinguere tra le molte varietà in commercio, per scegliere quello più adatto alla ricetta da preparare.

Preparazione

Con un pennellino semiduro o con una spazzola pulite il tartufo per eliminare la terra e le impurità dalla superficie e tagliatelo a lamelle sottili con l’apposito taglia tartufi (1). Riducete le alici sott'olio in piccoli pezzi (2). In una padella versate l’olio extravergine d’oliva e mettete a rosolare gli spicchi d’aglio (3).

Quando l’olio si sarà insaporito togliete l’aglio e aggiungete le acciughe (4) e con l’aiuto di una forchetta fatele sciogliere nell’olio. A operazione avvenuta, spegnete il fuoco e aggiungete le scaglie di tartufo (5), tenendone da parte una manciata per la guarnizione finale. Nel frattempo portare a bollore una pentola d’acqua salata e ponetevi a cuocere le fettuccine. Scolatele, fatele saltare nell’olio di tartufo (6), pepate e servite ogni piatto cospargendo con una grattata di tartufo fresco.

Fonte: giallozafferano.it
Devi effettuare il login per inviare commenti
  • TESORI DEL MATESE SRL

    Via Canonica, 99 - 86027 - San Massimo (Campobasso) Italy
    P.IVA 11171651000

    Tel- Fax: 0874 780351

    Commerciale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

    Accounts: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

     

Effettua il login oppure Clicca qui per registrarti