Quando si parla di Tartufo Bianco, in pochi sanno che padrone incontrastato è il Molise!

Le stime, infatti, dicono che circa il

50% della produzione Italiana

viene “cavata” proprio nella piccola regione del centro-sud italiano.

Ma conosciamo il tartufo da un punto di vista scientifico.
Si tratta di un “fungo ipogeo”, ossia un organismo che compie tutto il suo ciclo vitale sottoterra. Cresce spontaneamente nel terreno accanto alle radici di alcuni tipi di alberi particolari, quali lecci, querce, pioppi, salici, faggi e noccioli. Ha un profumo importante e penetrante che si manifesta, però, solo a maturazione completata con uno scopo ben preciso: quella di attirare gli animali affinché questi possano spargere le spore nel terreno e non estinguersi.

Settembre parte la stagione del tartufo bianco!

Settembre, non in tutte le regioni d’Italia, è il mese in cui in tanti, appassionati e cavatori professionisti, si alzano al mattino e, insieme ai fidati cani da tartufo, vagano tra boschi e montagne alla ricerca dell’albero giusto dove “cavare” il tartufo migliore. Fondamentale è non rovinare il terreno perché, come per gli animali selvaggi, anche l’uomo potrebbe aiutare a trasportare le spore e farlo continuare a vivere.

Sapete dove potrebbero nascondersi i tartufi bianchi?

Gli studiosi pensano che i loro terreni preferiti siano quelli pieni di materiale calcareo ed ecco spiegato il perché il Molise è pieno di questo fungo. La conformazione della terra molisana ha spinto molti a cercare “l’oro molisano” in lungo e in largo e, fortunatamente, in tanti riescono a ricavarne una cospicua fonte di reddito.

Un aspetto da non sottovalutare è l’aspetto “turistico” del tartufo; infatti su tutto il territorio nazionale e molisano, specialmente, molte sono le feste dedicate al tartufo.

In molti, poi, lo chiamano la “sentinella ambientale” e questo perché il tartufo nasce, cresce e vive solo in terreni dove l’inquinamento è nullo e la natura è incontaminata:

benvenuti in Molise!

Quello che vi consigliamo è di provare il nostro tartufo con le ricette inserite nel nostro sito.

Antonio Sinibaldi

TESORI DEL MATESE S.R.L.

Via Canonica, 99
86027 San Massimo (CB) – Italy
p.iva: 11171651000

tel / fax: 0874 780351
email: info@tesoridelmatese.com
commerciale: sales@tesoridelmatese.com
commerciale Italia/estero: mary@tesoridelmatese.com
accounts: accounts@tesoridelmatese.com